24 aprile 2008

A Sedico, in provincia di Belluno, è stata smascherata una gang di minorenni che si divertiva a spaventare gli automobilisti, facendo credere loro di essere stati intercettati dall'autovelox.

Il gioco consisteva nel simulare degli inesistenti autovelox attraverso lo scatto di flash della macchina fotografia.

Oltre hai "finti autovelox", questi ragazzi si divertivano a suonare i campanelli delle abitazioni e ad imbrattare e danneggiare cassonetti e panchine.
Dopo numerose segnalazioni , i carabinieri sono riusciti ad individuare i quindici giovani teppisti, che, ora, devono rispondere di danneggiamento, molestie alla pubblica quiete e lancio di cose pericolose (Il Gazzettino).


E' evidente che all'idiozia non c'è mai limite, non capisco che cosa ci sia da ridere nel vedere un'auto inchiodare o nell'abbagliare il conducente con il rischio che questo possa fare un incidente!

Mi auguro che la moda dei "finti autovelox" non si diffonda ulteriormente.
Dato l'ampio spazio che questa vicenda ha avuto sui quotidiani, molti ragazzi, infatti, potrebbero imitare le gesta dei loro coetanei.

5 commenti:

Posta un commento

Killo ha detto...

Lo voglio fare anche io un finto autovelox

èrri ha detto...

Gulp! E non sei nemmeno un loro coetaneo... il più grande ha diciassette anni

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Li hanno presi, credo che questo sarà un monito per non ripeterlo dato che ora staranno più attenti.

Almeno spero.

èrri ha detto...

Lo spero anch'io, sulle strade ci sono già abbastanza incognite senza che ci si mettano anche questi, che penso abbiano di meglio da fare...
Condivido quello che hai scritto. Ciao!

tommi ha detto...

a parte imbrattare panchine e etc... il finto autovelox mi sembra un genialata! chissà che un pò di fifa non costringa a rispettare il limite