3 aprile 2008

James Douglas “Jim” Morrison, il poeta cantante, nacque l’8 dicembre 1943 a Melburne.

Nel 1965, dall'incontro tra Jim Morrison e Ray Manzarek, su una spiaggia di Venice, in California, nacquero artisticamente i “The Doors”. Si dice che Jim declamò i versi della sua ultima poesia, “Moonlight Drive”, a Ray, e, che quest’ultimo ne comprese immediatamente le potenzialità.

Il nome, “The Doors”, lo diede Jim Morrison, il "Re Lucertola", traendo ispirazione da una frase del poeta visionario, William Blake:
If the doors of perception were cleansed everything would appear to man as it is, infinite”.
(“Se le porte della percezione fossero sgombrate, ogni cosa apparirebbe com'è, infinita”)

Dopo una gavetta nei locali "London Fog" e "Whiskey-A-Go-Go" di Los Angeles, i Doors raggiunsero rapidamente il successo, scalando tra il 1967 ed 1969 le vette delle classifiche.
Negli anni successivi, però, cominciò il declinino del gruppo, che probabilmente va ricollegato anche alla crisi personale di Jim Morrison. La dipendenza dello "sciamano del rock" da alcol e stupefacenti, infatti, finì col condizionare sia le registrazioni sia le esibizioni dal vivo del gruppo.
In alcuni casi, gli eccessi durante i concerti portano Jim Morrison all'arresto, come a New Haven e a Colonia. Ma, l'episodio più grave avvenne nel 1969 a Miami, quando mostrò le sue parti intime alla folla e venne arrestato con l'accusa di oscenità in pubblico.
Tutto ciò comportò un duro colpo per i Doors nonché un grave danno d'immagine.

Nonostante la band avesse dato qualche segnale di riscossa, come l'album L.A. Woman, anche per i Doors dovette arrivare la Fine; quando, il 3 luglio 1971 a Parigi, Jim Morrison, il "Re Lucertola", morì in circostanze mai del tutto chiarite. (Wikipedia)

Nell'arco di pochi anni, i Doors diedero vita ad alcuni dei massimi capovalori della storia del rock, ve ne propongo alcuni di seguito.

Video della canzone "Riders on the Storm":



Traduzione del testo di "Riders on the Storm"

Cavalieri nella tempesta
Cavalieri nella tempesta
In questa casa siamo nati
In questo mondo siamo stati gettati
Come un cane senza un osso
Un attore fuori ruolo

Cavalieri nella tempesta
C'è un assassino sulla strada
Il suo cervello si dimena come un rospo
Prendeti una lunga vacanza
Lascia che i tuoi bambini giochino

Se tu dai un passaggio a quest'uomo
La dolce memoria morirà
L'assassino sulla strada, sì

Ragazza tu devi amare il tuo uomo
Ragazza tu devi amare il tuo uomo
Prendilo per mano
Fagli capire
Il mondo dipende da te
La nostra vita non avrà mai fine

Devi amare il tuo uomo, sì
Wow!
Cavalieri nella tempesta
Cavalieri nella tempesta
In questa casa siamo nati
In questo mondo siamo stati gettati
Come un cane senza un osso
Un attore fuori ruolo

Cavalieri nella tempesta (x5)


Video della canzone "People are strange":


Traduzione del testo di "People are strange"

La gente è strana quando sei uno straniero
I volti ti guardano disgustati quando sei solo
Le donne sembrano malvagie quando sei indesiderato
Le strade sono diverse quando sei giù

Quando sei strano,
i volti vengono fuori dalla pioggia.
Quando sei strano,
nessuno ricorda il tuo nome.

Quando sei strano. (x3)
...



Video della canzone "The End":




Traduzione del testo di "The End":

Questa è la fine
Magnifico amico
Questa è la fine
Mio unico amico, la fine

Dei nostri piani elaborati, la fine
Di ogni cosa stabilita, la fine
Nessuna salvezza o sorpresa, la fine
Non guarderò nei tuoi occhi... mai più

Puoi immaginarti come sarà
Così sconfinato e libero
Disperatamente bisognoso di una... mano straniera
In una... terra disperata

Perso in una romana... landa di dolore
E tutti i bambini sono pazzi
Tutti i bambini sono pazzi
In attesa della pioggia estiva, sì

C'è pericolo alla periferia della città
Cavalca la King Highway, bimba
Misteriose scene all'interno della miniera d'oro
cavalca l'autostrada ovest, bimba

Cavalca il serpente, cavalca il serpente
Fino al lago, l'antico lago, bimba
Il serpente è lungo, sette miglia
Cavalca il serpente... è vecchio e la sua pelle è fredda

L'ovest è il meglio
L'ovest è il meglio
Vieni qui, e ci occuperemo del resto

L'autobus blu ci chiama
L'autobus blu ci chiama
Autista, dove ci porti

L'assassino si svegliò prima dell'alba, s'infilò i suoi stivali
Prese una maschera dall'antica galleria
E scese verso l'atrio
Andò nella stanza dove viveva sua sorella e... poi lui
Fece una visita a suo fratello, e poi lui
Scese verso l'atrio, e
Arrivò a una porta... e guardò dentro
Padre, sì figlio. Voglio ucciderti
Madre... voglio... fotterti

Vieni bimba, rischia con noi (x3)
E incontrami sul retro dell'autobus triste
Facendo un rock triste
Su un autobus triste
Facendo uno rock triste
Vieni, sì

Uccidi (x6)

Questa è la fine
Magnifico amico
Questa è la fine
Mio unico amico, la fine

Mi fa male renderti libero
Ma tu non mi seguirai mai
La fine delle risate e delle dolci bugie
La fine delle notti in cui tentammo di morire

Questa è la fine.

5 commenti:

Posta un commento

Daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Ammetto che non amo tutto dei Doors. Ho altre peferenze a livello di rock anche se alcune cose le trovo davvero valide e mi piacciono molto.

Ciao
Daniele

Mathias ha detto...

Jim Morrison appartiene ai miti del rock..spiace una cosa però..che molti di sti cantanti fanno una brutta fine. Non è necessario trapassare, a causa degli eccessi, per rimanere delle leggende!Ma non poteva far una vita più tranquilla?!..quale gloria nell'andar sotto terra a 28 anni?! Bah..

La Casa Degli Orrori ha detto...

Veramente un grande Jim Morrison, la sua musica è meravigliosa.
Una grande leggenda del rock intramontabile!!!

Anonimo ha detto...

Intanto Jim Douglas Morrison è morto a 27 anni. é importante perchè sembra essere una specie di emulazione predestinata (Jimi Hendrix e Janis Jolpin in primis). E poi Mathias lasciami dire soltanto che chi lascia il mondo cosi non è alla ricerca di gloria. Ma di immortalità. E lui l'ha trovata. Spesso viene sopravvalutato il genio di Morrison, ma sicuramente fu uno dei piu grandi poeti beat maledetti di quegli anni. Ma fu anche l'ubriacone Jimbo. Aveva mille sfaccettature. Purtroppo pero', come tutti, una sola maschera...

èrri ha detto...

Ciao Aninonimo... potevi almeno lasciare un nome... eh eh
Seppure condivido una parte di ciò che hai scritto, mi dissocio completamente dalla tua affermazione "chi lascia il mondo cosi non è alla ricerca di gloria. Ma di immortalità", anche perché può avere delle implicazioni molto pericolose.
Ritengo che l'immortalità si acquisisca grazie a quello che facciamo quotidianamente in vita. Come hai scritto Morrison è morto a 27 anni, quindi, non oso immaginare quanti capolavori avremmo erditato se fosse vissuto ancora a lungo. La fine di Jim Morrison è solo il capitolo più triste della storia dei The Doors e, di lì a poco, la fine della produzione artistica del gruppo. Quello che, invece, gli amanti del rock possono continuare ad apprezzare sono i capolavori rimasti.
Il mondo è pieno di miti viventi ed è di questi che la musica ha veramente bisogno.